Vantaggi ambientali

I TEE  (Titoli di Efficienza Energetica o  Certificati Bianchi) 

Gli obiettivi sono crescenti nel tempo, e possono essere raggiunti attraverso la realizzazione d’interventi presso i consumatori finali (es.: installazione di elettrodomestici o caldaie ad alta efficienza, isolamento termico degli edifici, interventi per aumentare l’efficienza energetica). I TEE sono titoli negoziabili e attestano il conseguimento di risparmi energetici attraverso l’applicazione di tecnologie e sistemi efficienti. Vengono emessi dal Gestore del Mercato Elettrico (GME) sulla base delle certificazioni dei risparmi conseguiti: un certificato equivale al risparmio di 1 tonnellata equivalente di petrolio (tep, che è l’unità convenzionale di misura usata comunemente nei bilanci energetici).  Il sistema dei TEE è stato introdotto nella legislazione italiana nel 2004 e prevede che i distributori di energia elettrica e gas naturale raggiungano annualmente obiettivi quantitativi di risparmio di TEP:

2013

4.6 Mtep di energia primaria

2014

6.2 Mtep di energia primaria

2015

6.6 Mtep di energia primaria

2016

7.6 Mtep di energia primaria

 

Per dimostrare di aver raggiunto gli obblighi di risparmio energetico e non incorrere in sanzioni, i distributori di energie da fonti fossili devono consegnare annualmente all’Autorità dell’energia elettrica e gas un numero di ‘titoli di efficienza energetica’ equivalente all’obiettivo obbligatorio.

L’Autorità valuta i risparmi energetici conseguiti dai singoli interventi e autorizza il GME all’emissione dei certificati bianchi. I TEE sono emessi dal Gestore del mercato elettrico (GME) a favore dei distributori, delle società controllate dai distributori medesimi o a favore di società operanti nel settore dei servizi energetici (ESCO) con l’obiettivo di certificare la riduzione dei consumi conseguita attraverso interventi e progetti di incremento di efficienza energetica.

Il DM 28 dicembre 2012 definisce chi sono i soggetti obbligati a conseguire i quantitativi nazionali annui di incremento dell’efficienza energetica:

1. Distributori di EE che abbiano connesso più di 50.000 utenti finali.

2. Distributori di gas naturale che abbiano connesso più di 50.000 utenti finali.

Il mercato dei TEE si genera dal fatto che i soggetti obbligati possono adempiere agli obblighi sia  realizzando progetti di efficienza energetica (con conseguente acquisizione di certificati bianchi), sia acquistando certificati bianche da altri soggetti.

 

Chi può vendere i TEE?

I certificati bianchi possono essere venduti da soggetti detti “Volontari” (come la Società “La Grande Stufa”), che avendo realizzato progetti di efficienza energetica e non essendo soggetti a obbligo, sono in condizione di venderli, sotto forma di titoli negoziabili. Questi titoli sono strumenti di mercato e come tali non hanno valore predefinito, il valore varia secondo le regole di domanda e offerta. 

I seguenti soggetti volontari possono accedere al meccanismo dei certificati bianchi e presentare progetti di efficienza energetica:

1. Esco (Energy Service Company), ogni Società che abbia come oggetto sociale, anche se non esclusivo, l’offerta di servizi energetici integrati e hanno funzione di intermediazione fra soggetti obbligati e consumatori finali.

Le ESCO offrono:

servizi che coprono tutto il ciclo di vita dell’intervento, aspetti tecnici organizzativi e economici finanziari.

possono realizzare autonomamente progetti di risparmio energetico e ottenere TEE.

2. Società con obbligo di nomina dell’energy manager cioè tutti i soggetti consumatori di energia qualora i consumi energetici annui superino le seguenti soglie

10.000 TEP/anno nel settore industriale.

1.000 TEP/anno nei settori civile terziario e dei trasporti.

3. Società controllate da distributori obbligati.

4. Distributori di energia elettrica o gas non soggetti all’obbligo.

5. Imprese operanti nel settore industriale, civile, terziario, agricolo etc. che provvedano alla nomina del responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia oppure siano certificati ISO50001.

Il soggetto Titolare, obbligato o volontario è l’unico interlocutore del GSE (Gestore dei Servizi Elettrici - regola il meccanismo sulla base dei decreti ministeriali, accetta e esamina i progetti, gestisce la piattaforma elettronica) con cui comunica attraverso un portale informatizzato. Il cliente partecipante è il cliente presso il quale viene realizzato almeno un intervento e che quindi beneficia dei risparmi.

Il GME organizza una piattaforma di mercato in cui vengano negoziati i TEE tra i soggetti volontari e quelli obbligati. Inoltre organizza e gestisce il registro dei TEE, assicura la trasparenza e la sicurezza delle transazioni, facilita l’incontro fra domanda e offerta e contribuisce alla definizione del prezzo dei TEE

Esistono diverse tipologie di TEE:

1. Derivanti da interventi per la riduzione dei consumi finali di EE.

2. Derivanti da interventi per la riduzione dei consumi finali di Gas Naturale.

3. Derivanti da interventi per la riduzione dei consumi di forme di energia diverse da EE e Gas.

4. Derivanti da interventi per la riduzione dei consumi nel settore dei trasporti.

5. Derivanti da interventi particolarmente significativi dal punto di vista dell’innovazione tecnologica.

6. Derivanti da interventi per la riduzione delle emissioni in atmosfera.

I titoli vengono maturati nel corso dell’anno e vengono venduti ogni 6 mesi circa sul mercato. 

Ogni altra informazione può essere trovata a questo link: http://www.gse.it/it/CertificatiBianchi/Pages/default.aspx

 

CALCOLO TEE

Il calcolo del risparmio è eseguito mediante la rilevazione in continuo dell’energia termica prodotta dall’impianto di cogenerazione a biomassa e distribuita alle utenza; l’energia generata è utilizzata da tutte le utenze per le esigenze di riscaldamento ambientale e per la produzione di acqua calda ad uso sanitario. 

Con cadenza mensile vengono rilevati l’energia termica fornita all’utenza (mediante teleletture) e dell’energia elettrica necessaria per il funzionamento della rete; tali grandezze sono poi legate tra di loro mediante una relazione che tiene in considerazione anche il valore di energia elettrica prodotta correlato di mese in mese con il consumo di energia elettrica.

 

Combustibile fossile risparmiato

PERIODO GAS METANO m3 GASOLIO PER RISC. Ton
01/11/2011-30/11/2012 2167073 252
01/12/2012 - 31/05/2013 1987805 256
01/06/2013 - 31/12/2013 810976 100
01/01/14 -  30/06/2014 1151220 156
totale 6117073 763

TEE generati

PERIODO TEE II TIPO TEE III TIPO TOTALE
01/11/2011-30/11/2012 1777 272 2049
01/12/2012 - 31/05/2013 1630 276 1906
01/06/2013 - 31/12/2013 665 108 773
01/01/14 -  30/06/2014 944 168 1112
totale 5016 824 5840